Votami

10 ago 2016

Tarte tatin ai pomodorini



Finalmente sono arrivati!
Mi riferisco ai pomodori nel mio orto, ovviamente, visto che quest'anno si sono fatti un po' attendere, forse per lo strano clima che qui da noi ha imperversato per buona parte dell'estate: caldo torrido alternato a bombe d'acqua e grandinate.
Ma loro hanno resistito, grazie anche alle mie amorevoli cure ed eccoli qua pronti per essere cucinati nelle mie ricettine.
Oggi dunque tarte tatin!
Io adoro la tarte tatin, sia dolce che salata e questa poi, le supera tutte: la tarte tatin ai pomodorini è facilissima da preparare, con zero calorie o quasi visto che la base è una pasta sfoglia, ma non importa, faremo qualche bracciata in più durante il prossimo bagno al mare.
Buone vacanze, mes amis!








TARTE TATIN AI POMODORINI
dosi per 5 persone

una base di pasta sfoglia secondo la mia ricetta o già pronta
1kg di pomodorini rossi
capperi sotto sale
olive nere denocciolate
sale grosso
pepe
olio extravergine di oliva

pentola per la tarte tatin

Accendi il forno a 180°
Lava i pomodorini e incidili nella parte superiore
Sbollentali nell'acqua calda e privali  della buccia
Prendi la pentola per la tarte tatin o una qualsiasi teglia per dolci
Spennella il fondo abbondantemente con l'olio di oliva
Distribuisci i pomodorini sul fondo della teglia coprendo in maniera ordinata tutta la superficie
Stendi la sfoglia e copri i pomodorini rimboccando bene lungo i bordi
Bucherella la superficie e spennella con olio di oliva
Fai cuocere per 25/30 minuti a forno ventilato e fino a doratura
A cottura ultimata estrai dal forno, attendi qualche minuto e poi rovescia la tarte sopra il piatto da portata
Completa con una macinata di pepe nero, un trito di capperi dissalati e di olive tagliuzzate, sale grosso macinato
Servi in tavola






















26 lug 2016

ZUCCHINE IN CARROZZA




Indovinate un pò?
Ci risiamo, ancora zucchine!
Ma questa volta la forma è un tantino fuori misura; l'orto produce e avrebbe bisogno di un presidio costante, cosa che purtroppo non riesco sempre a garantire e quindi queste poverette lievitano come il pane. 
Poco male, la cosa non mi scompone affatto in quanto trovo sempre il modo di impiegarle nelle mie ricette; la cosa migliore quando le dimensioni sono paragonabili ad una clava più che ad una tenera zucchinella è quella di farla a pezzettoni, magari privandola dei semi che sicuramente trovereste all'interno e farne una bella minestra o crema
Ma io le uso anche per il carpione oppure, come in questo caso, le taglio a fette e le preparo come la mozzarella in carrozza, in questo caso zucchine in carrozza.
Facilissime da preparare, potete lasciarle fare anche ai vostri bambini di casa che si divertiranno un mondo a tuffare le ruote giganti nell'uovo sbattuto e a farle girare poi nella farina e nel pane pesto.
Resta solo da capire a chi tocca alla fine di questo magnifico gioco pulire la cucina.
à la prochaine!



ZUCCHINE IN CARROZZA
dosi a piacere

1 grossa zucchina
prosciutto cotto a fette o mortadella
1 mozzarella
1 uovo
parmigiano reggiano
pane pesto
farina
latte
sale
pepe
olio di semi di girasole per friggere
1 pomodoro maturo
basilico fresco
succo di limone

stuzzicadenti

Lava e monda la zucchina
Tagliala a fette e metti da parte
Sbatti l'uovo in una ciotola con un cucchiaio di latte, sale e pepe
Disponi il pane pesto in un'altra ciotola con il parmigiano grattugiato, sale e pepe
Versa la farina in una terza ciotola
Riprendi le fette di zucchine e accoppiale
Farcisci ogni coppia con una fetta di mozzarella e un pò di prosciutto cotto
Premi bene le due parti e poi sigilla con uno stuzzicadenti
Bagna bene nell'uovo sbattuto, poi passa i bordi nella farina e infine rotola interamente nel pane pesto: procedi nello stesso modo per tutte le altre
Versa l'olio per friggere in una larga padella appena sopra il fondo e fai scaldare
Friggi le zucchine e poi asciuga con la carta assorbente
Disponi sul piatto da portata e completa con una tartare di pomodoro fresco condito con sale, olio e succo di limone
Porta in tavola










20 lug 2016

Cheesecake robiola e zucchine nel bicchiere






E’ la loro stagione, è proprio il loro momento, mi riferisco alle zucchine naturalmente!
Sono le regine dell’estate, a patto che piacciano però, altrimenti possono diventare un vero incubo, viste le infinite preparazioni che le vedono come ingrediente principale.

Io e i miei familiari, per fortuna, le apprezziamo parecchio e quindi spesso e volentieri compaiono sulla mia tavola sotto forma di carpione, frittelle, frittata, torte salate, pasta, risotti e chi ne ha più ne metta.

Oggi vi presento l’ennesima possibilità di preparazione, fresca e gustosa, visto che il caldo si fa sentire: una cheese cake con robiola e zucchine servita in piccoli bicchieri, talmente buona e carina che il figurone è assicurato!








CHEESE CAKE CON ROBIOLA E ZUCCHINE
Dosi per 8 bicchierini

2 zucchine medie
2 robiole fresche cremose tipo Osella (puoi sostituire la robiola con la ricotta o con qualsiasi altro formaggio fresco tipo spalmabile)
1 cucchiaio abbondante di parmigiano reggiano grattugiato
Erbe aromatiche fresche a scelta (erba cipollina, basilico, mentuccia)
2 pacchetti di crackers salati
4 pomodorini freschi
Olio di oliva extravergine
Burro
Sale
Pepe

Sac a poche
8 piccoli bicchieri

Preriscalda il forno a 180°
Porta ad ebollizione una piccola pentola con acqua per sbollentare i pomodorini che avrai lavato e inciso superficialmente
Scola i pomodorini e passali velocemente sotto l’acqua fredda
Disponili sopra una teglia da forno e condisci con un giro di olio di oliva, sale e pepe
Inforna per 10 minuti in forno, poi sforna e fai raffreddare

Lava le zucchine dalla eventuale terra e taglia le estremità
Taglia a pezzi grossolani e fai saltare in padella con poco olio
Aggiusta di sale e pepe e metti da parte

Spezzetta i crackers con le mani in una ciotola e impasta con il burro sciolto fino ad ottenere un impasto malleabile
Disponi i bicchierini sul vassoio da portata e crea in ciascuno uno strato di crakers alto mezzo cm, pressando bene
Metti in frigo a raffreddare

Versa le robiole nel mixer, aggiungi le zucchine, l’erba aromatica scelta, il parmigiano, sale e pepe
Frulla fino ad ottenere una crema morbida
Fai riposare in frigorifero qualche minuto, poi versa nella sac a poche e riempi i bicchierini
Riposiziona nel frigo per un’ora circa


Prima di servire completa con il pomodorino confit ed una fogliolina di basilico fresco

29 giu 2016

Fave e pecorino salad






Sono le ultime e bisogna proprio approfittarne!
Chi come me le adora lo sa molto bene e quindi non se le lascia scappare: le fave, ultimo protagonista della primavera che finisce e lascia spazio all’estate sono un must da non perdere, da provare in tanti modi; io, per quest’anno termino con questa altra ricetta, una insalatina davvero sfiziosa che spesso e volentieri diventa il mio pranzo da portare in ufficio.
L’unione classica, fave e pecorino che insieme alla cipolla fresca, anche questa di stagione, creano un legame davvero saporito.
Un peccato non assaggiare!







FAVE e PECORINO

Fave fresche
Pecorino toscano
1 cipolla bianca fresca
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva

Fai scaldare ma non bollire una pentola piena d’acqua, grande per contenere il quantitativo di fave scelto
Sbuccia le fave fresche e scottale nell’acqua calda
Scola le fave e togli la pellicina
Affetta il pecorino a fette non troppo spesse
Disponi le fave in un piatto da portata e unisci la cipolla tagliata finemente
Condisci con olio di oliva e sale
Completa  con le fette di pecorino e una macinata di pepe nero

Servi in tavola