Votami

03 dic 2016

Hamburger di ceci



Un'alternativa al solito hamburger di carne che vi piacerà di sicuro: hamburger di ceci.
Da fare quando avanza la solita manciata di ceci cotti che proprio nessuno vuole più' o quando in famiglia l'amore per i legumi non è ancora sbocciato per tutti: ecco questo piatto è la soluzione giusta.

Potete servirli accompagnati da ketchup o salse stuzzicanti a piacere con un contorno di verdure in insalata: davvero buono.
Hei! Però non chiamatemi vegana!







HAMBURGER DI CECI

300 g di ceci cotti (ammollati in acqua per 24 ore)
100 g di patate
30/50 g di scalogno
1 rametto di rosmarino
1/2 spicchio di aglio
100 g di pangrattato
1 uovo
6 cucchiai di farina
sale
pepe
olio di semi

coppa pasta della dimensione desiderata

Lava e sbuccia la patata e poi falla cuocere in abbondante acqua 
Trita il rosmarino e mettilo da parte
Trita l'aglio con la cipolla e la patata lessa
Aggiungi i ceci, la farina, l'uovo, il pangrattato, il rosmarino messo da parte, il sale e il pepe
Frulla bene tutto fino ad ottenere un impasto morbido
Con le mani unte di olio forma delle palline che schiaccerai nel coppa pasta fino a formare degli hamburger della dimensione a piacere
Infarina bene ciascun hamburger
Scalda poco olio di semi in una padella larga e fai rosolare bene gli hamburger
Servi con salse di accompagnamento e verdure in insalata

Alternativa
POLPETTINE DI CECI
puoi preparare con lo stesso impasto anche delle polpettine che passerai nel pangrattato e cuocerai in forno caldo per 20/25 minuti a 180° finché diventano dorate













20 nov 2016

Pizza fritta



La pizza si sa è festa, convivio e tutto quello che di più gioioso si può pensare per il piatto più buono e goloso che esista nel menu', per noi italiani: a casa mia, ad esempio, la pizza è fissata al venerdì sera, a conclusione della settimana e di tutti gli impegni scolastici, lavorativi ed extra tutto. 

Una festa prepararla e...mangiarla ovviamente!

Però, la voglia di sperimentare nuove ricette è sempre molto forte e così ho rispolverato questa ricetta che è tornata di gran moda, la pizza fritta, un classico a Napoli e dintorni dove si usa mangiarla in tutte le maniere, dolce cosparsa di solo zucchero oppure salata con gli ingredienti classici della pizza napoletana.
Io ve la propongo in versione salata, condita con un sugo di pomodoro e origano, completato da un trito di provolone piccante e ve la suggerisco per il vostro prossimo appuntamento familiare come alternativa e poi......
fatemì sapè!






PIZZA FRITTA
dosi per 8 persone

350g di acqua
10g di lievito di birra fresco o disidratato
1 cucchiaino di zucchero
300g di farina di grano duro
300g di farina manitoba
2 cucchiaini rasi di sale
10g di olio extravergine di oliva

50g di pecorino poco stagionato o Provolone
1 spicchio di aglio
30g di olio extravergine di oliva
400g di pomodori pelati a pezzi
1 cucchiano di sale
basilico
origano secco
olio per friggere di semi di mais

Prepara l'impasto in una grossa ciotola sciogliendo in 100g di acqua a temperatura ambiente, il lievito e lo zucchero
Aggiungi le farine a pioggia, il sale e il resto dell'acqua e impasta molto bene fino ad ottenere un impasto molto morbido
Forma una palla ben compatta e trasferisci l'impasto in una zuppiera unta d'olio che coprirai con la pellicola trasparente
Lascia lievitare a temperatura ambiente finché non raddoppia di volume (un paio d'ore)

Nel frattempo trita il pecorino in un mixer e mettilo da parte
Prendi una padella e versa l'olio di oliva e lo spicchio di aglio tritato finemente
Fai soffriggere dolcemente e poi aggiungi il pomodoro, il basilico e l'origano: fai cuocere per una decina di minuti circa

Riprendi l'impasto e lavoralo sul piano di lavoro cercando di sgonfiarlo
Dividilo in 25 pezzi circa e poi forma delle palline
Assottigliale con il matterello formando dei dischi e sistemale su un vassoio coperto con la pellicola trasparente per una mezz'ora circa
Scalda abbondante olio di semi per friggere e comincia a friggere le pizzette
Asciugale con la carta assorbente e condisci subito con il sugo e il pecorino grattugiato in precedenza
Servi subito ben calde














06 nov 2016

Torta magica






Si dice sempre che la curiosità è femmina!
Ed è realmente così

Ho sentito parlare a lungo della famigerata TORTA MAGICA, la torta del momento, la torta che va di moda e allora, un pò per uno spirito anticonformista e un pò per pigrizia l'ho sempre snobbata. Oggi, però, volendo fare qualcosa di diverso per festeggiare i compleanni in famiglia, ho deciso di affrontarla e provarla.

Dunque, tutto verissimo: è davvero magica come dicono, ma soprattutto è davvero molto buona!
Un impasto che in cottura riesce a creare una reazione tale da produrre una torta con tre diversi strati, uno morbido superficiale, quasi un pan di spagna, uno budinoso centrale e infine una specie di soufflé alla base.

Great!

Occorre soltanto osservare alcune accortezze che vanno dalla temperatura del forno, che deve essere piuttosto bassa, al tempo di riposo nel frigorifero fino al taglio che deve essere fatto con un coltello dalla lama bagnata.

E poi...
SIM SALA BIM
il gioco è fatto!







TORTA MAGICA
ingredienti

115 g di farina 00
150 g di zucchero
4 uova
1 fialetta di aroma alla vaniglia
1 cucchiaio di acqua fredda
500 g di latte intero
120 g di burro fuso freddo
1 cucchiaino di aceto bianco
zucchero a velo

carta da forno
stampo quadrato 20x20

Scalda il forno a 150°
Sciogli il burro nel microonde o a bagno maria e fai intiepidire il latte
Dividi i tuorli dagli albumi e montali bene con lo zucchero
A lame in movimento aggiungi un cucchiaio di acqua fredda e l'aroma di vaniglia
Poi, sempre a lame in movimento, aggiungi il burro liquefatto e freddo
Continua, aggiungendo la farina setacciata e in ultimo il latte a filo
Monta i bianchi a neve non troppo ferma e poi aggiungi un cucchiaino di aceto bianco per stabilizzarli
Unisci gli albumi al composto e gira in senso contrario fino ad uniformarlo bene
Imburra lo stampo quadrato e rivestilo con la carta da forno
Versa l'impasto dentro e inforna per 70 minuti a 150°
Quando la cottura è ultimata estrai la torta e lasciala raffreddare molto bene
Copri con la pellicola e metti in frigorifero per almeno 2 ore
Estrai dal frigo e poi disponi sul piatto da portata
Taglia a cubotti con un coltello con la lama bagnata
Cospargi con abbondante zucchero a velo
Conserva in frigorifero



23 ott 2016

Antipasto peperoni e tonno e la ricetta della salsa ketchup



Altra conserva per la nostra dispensa è questo favoloso antipasto a base di peperoni e tonno che riscuote sempre un grande successo a tavola, sia in famiglia che con gli amici.
Da quando l'ho scoperto non riesco a farne a meno e quindi ogni anno in questo periodo non tralascio di prepararlo.

La preparazione è semplicissima e il mio consiglio è quello di abbondare con le dosi perché, ve ne accorgerete, questo è un vero comfort food; una volta preparato lo dovrete versare ancora molto caldo nei vasetti sterilizzati e procedere con il solito metodo per creare il sottovuoto, tralasciando così la bollitura.

Un particolare da aggiungere è la salsa rubra, alternativa italiana alla salsa ketchup che ho fatto io e che mi è piaciuta tantissimo: vi riporto la ricetta così potrete provarla anche voi.
Buon lavoro!






come promesso......

SALSA RUBRA o SALSA KETCHUP
400 g di pomodori maturi
120 g di prugne fresche
1 spicchio di aglio
100 g di zucchero
50 g di aceto di vino bianco
1 peperoncino piccante
1 foglia di allora
1 cucchiaio di sale
2 chiodi garofano

Lava i pomodori, tagliali a tocchetti e lascia scolare la loro acqua per un'ora circa in uno scolapasta
Lava e snocciola le prugne fresche
Trita nel mixer l'aglio insieme alle prugne e ai pomodori
Versa tutto in una pentola capiente insieme allo zucchero, l'aceto, il peperoncino, l'alloro, il sale e i chiodi di garofano.
Fai cuocere a fuoco vivo per circa 30 minuti, verificando la consistenza che deve essere piuttosto densa
se la consistenza fosse troppo liquida, prosegui la cottura

A fine cottura, togli le foglie di alloro e i chiodi garofano e frulla bene nel mixer
Conserva la salsa nel frigorifero oppure in vasetti sterilizzati


ANTIPASTO DI PEPERONI E TONNO

3 kg di peperoni
400 g di tonno sott'olio sgocciolato
200 g di acciughe sotto sale
2 vasetti di salsa rubra o ketchup
1e mezzo bicchiere di aceto bianco
1 bicchiere di olio di oliva
2 cucchiai di zucchero

vasetti sterilizzati

Lava i peperoni e tagliali a tocchi non troppo piccoli
Fai bollire in una grande pentola aceto, olio, zucchero e acciughe
Aggiungi i peperoni e fai cuocere a fuoco vivo per 20 minuti circa: assaggia per verificare la cottura dei peperoni che cambia in base allo spessore dei peperoni
Aggiungi il tonno e la salsa rubra e riporta al bollore lasciando cuocere ancora per 4/5 minuti

Fai  attenzione alla cottura che deve lasciare i peperoni croccanti e non mollicci

Regola ancora di sale e versa l'antipasto ancora molto caldo nei vasetti
Chiudi bene il tappo e rovescia per qualche minuto fino alla formazione del sottovuoto
Riponi nella dispensa e consuma dopo un mese circa